Analisi del linguaggio naturale di PayPal Abilitare l’acquisto/vendita di Bitcoin

Il 23 giugno di quest’anno ho riferito le voci riguardanti PalPay e Venmo per consentire l’acquisto/vendita di Bitcoin:

PayPal PYPL -2,9% ha annunciato ufficialmente i suoi piani per consentire ai suoi ~350 milioni di utenti di acquistare e vendere Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash e Litecoin. Questa notizia è arrivata nel bel mezzo di una costante rincorsa nei mercati cripto, con Bitcoin in crescita del ~80% YTD e del 3% dal suo minimo di marzo:
Prezzo BTC-USD Coinbase e volume stimato di NTerminal Anno a oggi

Questo annuncio ha catalizzato la discussione sull’adozione e l’istituzionalizzazione dei beni digitali. Ci sono opinioni opposte all’interno della comunità per quanto riguarda sia il significato Bitcoin Rush di questa notizia, sia il fatto che essa sia di supporto o dannosa per la visione di un futuro finanziario decentralizzato.

Consigliato per voi

Perché la più grande banca d’America è improvvisamente molto rialzista su Bitcoin
La strategia Crypto di Visa sta guidando la sua prossima fase di crescita
Silvergate richiede 586 milioni di dollari in depositi in valuta criptata

Non le tue chiavi… Mentre questa mossa permetterà a più individui la possibilità di ottenere l’esposizione a questi beni, gli utenti non saranno in grado di trasferire il cripto-catena:
PIU‘ DALLE FORBICHEUn’opinione popolare: Perché l’abilitazione di PayPal per l’acquisto di Bitcoin non è tutto

Di Joseph Young

Nel tentativo di capire meglio la discussione, analizzo i dati del linguaggio naturale aggregati da NTerminal all’interno di Splunk. Per iniziare, possiamo confrontare il numero di eventi totali con la parola chiave „Bitcoin“ che menziona „PayPal“ nel tempo, così come il numero di url di documenti unici a cui si fa riferimento:
Conteggio degli eventi e degli url di documenti unici per le menzioni di Paypal YTD

Come ci si dovrebbe aspettare, vediamo un chiaro picco nella quantità di menzioni di PayPal negli eventi che riguardano Bitcoin. Utilizzando un’API di IBM IBM -3,3%, possiamo stimare il sentimento verso il termine „bitcoin“ in ciascuno di questi eventi. I risultati sono classificati in „negativo“, „neutro“ o „positivo“ per semplicità:

Bitcoin IBM Term-Sentiment con PayPal menziona YTD

Utilizzando il riconoscimento dell’entità per i potenziali candidati al nome dell’organizzazione dal 21 ottobre, quando PayPal ha pubblicato il comunicato stampa, vediamo che PayPal ha l’url del documento più unico citato negli eventi con la parola chiave „bitcoin“ (escludendo l’entità potenziale rilevata „BTC“).

Ciò indica che la notizia di PayPal sta probabilmente dominando gran parte della recente discussione. Come ci si potrebbe aspettare, questa notizia sembra essere diffusa principalmente dai mezzi di comunicazione di cripto/blockchain, che possiamo vedere attraverso i tag di autore/agente di provenienza:

Solo per fare un confronto, possiamo fare lo stesso per una parola come „schnorr“, che è il nome di una firma digitale posta come algoritmo alternativo per la firma dei messaggi Bitcoin. Qui gli eventi sono prodotti principalmente da agenti con tag „tech“ o „sicurezza“:

Questa analisi non è sicuramente compressiva, ma può aiutarci a contestualizzare l’impatto della notizia e la discussione che la circonda. Indipendentemente dalla vostra opinione sul fatto che sia positiva o negativa per Bitcoin, l’annuncio di PayPal è forse l’argomento più attivo nei media cripto/blockchain in questo momento.

Next Post

Bitcoin Exchanges already accept PIX but deposits are still slow and withdrawal fees high, nothing new

Mo Nov 16 , 2020
Pix has already started but Bitcoin and cryptomaniac investors have gained nothing new for now: deposits remain slow and withdrawal fees high Bitcoin Exchanges already […]